Ridi spesso, vivi meglio!

0
56

di Richard Romagnoli

“CHI è musone, triste e depresso non riesce a tener lontane le malattie!”

Da diversi anni la scienza medica internazionale ha approfondito ricerche nell’ambito dei benefici della risata. Sempre più psicologi e psicoterapeuti prescrivono ai loro pazienti la terapia della risata per aiutare le persone a liberarsi con facilità dallo stress dei tempi moderni.
Le scoperte scientifiche hanno dimostrato che la risata ha la capacità di stimolare nel nostro cervello la produzione delle beta-endorfine, l’antidolorifico naturale capace di rilassare e allentare le tensioni del corpo, oltre a favorire la produzione della serotonina, l’antidepressivo endogeno che ci aiuta nei momenti di disagio emotivo. Ridere rinforza il sistema immunitario, grazie alla stimolazione delle encefaline e degli anticorpi.

Dr. Madam Kataria

La risata è soprattutto un ottimo cardio fitness in grado di aumentare l’espansione dell’endotelio, il rivestimento interno dei vasi sanguigni, che migliorando l’irrorazione sanguigna, contrasta l’arteriosclerosi e il rischio di infarto e di ictus. Ridendo, tutto il corpo beneficia di un miglior apporto di ossigeno e gli organi interni vengono massaggiati dall’effetto provocato dal movimento diaframmatico, migliorandone il tono muscolare addominale. La risata è un’ottima neutralizzatrice degli effetti dello stress e dell’ansia e ha la capacità, in breve tempo, di cambiare il nostro umore migliorando l’efficacia delle nostre prestazioni. Digitando in Internet la parola chiave “laughter therapy” possiamo leggere preziose informazioni su questo argomento.

Che la risata sia un toccasana per la mente e il corpo lo sapevano già i nostri antenati; il poeta Marco Valerio Marziale in uno dei suoi Epigrammi suggeriva: “Se sei saggio, ridi”.
Nell’India antica la risata era una delle discipline che permettevano all’uomo di riconnettersi con la propria divinità interiore. Il Ramayana recita: “Vi sono tre cose reali: Dio, la follia umana e il riso: dato che le prime due oltrepassano la nostra comprensione, dobbiamo fare quello che possiamo con la terza”.

L’Hasya Yoga (Hasya in sanscrito significa risata) è stata rivitalizzata grazie all’intuizione del medico indiano Dr. Madan Kataria che nel 1995, assieme ad un piccolo gruppo di persone, diede vita a Mumbai al primo Club della Risata, la cui intenzione era quella di radunare gente di ogni classe sociale, sesso, credo politico e religioso per ridere assieme, favorendo la connessione sociale e lo sviluppo armonico delle persone e della collettività. Questo piccolo gruppo di cinque persone ha dato vita ad un vero e proprio fenomeno sociale globale che oggi conta più di 7000 Club della Risata, che propagano, in oltre 72 Paesi nel mondo, il Laughter Yoga, ovvero la disciplina che coniuga i benefici dello Yoga Pranayama (del respiro) a quelli degli esercizi aerobici della risata.

Il gruppo FLORA con Richard Romagnoli, durante un ‘workshock’ della risata

Lo Yoga della Risata si sta diffondendo da diversi anni anche in Italia grazie alla formazione dei “Club della Risata” la cui missione è quella di favorire il benessere fisico e mentale dei partecipanti. Le sessioni aperte sono completamente gratuite e condotte da Leader e Teacher certificati dalla Laughter Yoga Foundation del Dr. Madan Kataria, che attraverso semplici ed efficaci esercizi di respirazione, stretching, rilassamenti guidati ed altre tecniche specifiche, inducono e favoriscono la risata incondizionata, permettendo a chiunque di beneficiare in breve tempo di un relax psicofisico completo. Nell’Hasya Yoga la risata viene indotta da semplici esercizi di gruppo che sfociano in breve tempo in una serie di risate spontanee e sostenute. Solitamente le sessioni nei Club della Risata hanno una durata di 45 minuti e gli appuntamenti in Italia sono settimanali o mensili.
In India le persone sono solite ritrovarsi a ridere quotidianamente radunandosi nei verdeggianti parchi pubblici dei villaggi o delle città, prima dell’inizio delle attività lavorative, per poter essere sin dalle prime ore del mattino in perfetta forma fisica e psicologica, favorendo un’attitudine alla positività grazie al “cocktail della gioia” che la risata sa scatenare tanto nel corpo che nella mente.

La risata ci permette di alleggerire i fardelli delle difficoltà quotidiane, aiuta a connetterci con facilità con gli altri, illuminando i nostri pensieri e migliorando la qualità della nostra vita.

La grandezza dello Yoga della Risata è quella di riavvicinare tutti noi alla nostra risata interiore. Le statistiche ci ricordano che in media i bambini ridono dalle 350 alle 400 volte al giorno ma crescendo questa media si abbassa clamorosamente a quella di 15 risate al giorno. E’ davvero triste pensare che addirittura prima della maggiore età la nostra naturale attitudine alla risata venga sostituita dalle ansie e dallo stress della vita quotidiana. La maggior parte della popolazione dichiara di non ricordarsi nemmeno qual è stata l’ultima volta in cui ha avuto l’occasione di ridere spensieratamente.

Il grande compositore e pianista polacco Chopin scrisse: “Chi non ride mai, non è una persona seria”. Ricordiamoci che ridere è una cosa seria, che merita la nostra completa attenzione, per il nostro stesso benessere, per la felicità della nostra famiglia e della società. Un popolo che non ride più naufraga nelle sabbie mobili dei pensieri mentali dell’infelicità e della tristezza, determinando un futuro improduttivo e di scarse speranze.

La scienza afferma, sostiene e suggerisce di far uso di questo potente farmaco che permette di mantenere in completa forma anche la nostra memoria, così come provato recentemente dal Dr. Lee Berk della Loma Linda University.
La risata ci permette di alleggerire i fardelli delle difficoltà quotidiane, aiuta a connetterci con facilità con gli altri, illuminando i nostri pensieri e migliorando la qualità della nostra vita. Ridendo, le nostre tensioni emotive vengono rilasciate attraverso la riossigenazione completa delle nostre cellule e il processo di detossinificazione, innalzando il tono del nostro umore e amplificando il volume delle nostre intenzioni positive. Ognuno di noi nasce piangendo ma dovremmo auspicarci di lasciare questa realtà al suono di una fragorosa risata, tipica di chi vivendo ne ha assaporato il senso più semplice ed autentico.
La risata è sicuramente l’elisir di lunga vita e come ebbe a dire il Dr. Susumo Tonegawa, premio
Nobel nell’87 per la medicina “chi è musone, triste e depresso non riesce a tener lontane le malattie”.
A tutti dunque l’augurio di una lunga vita, poichè il destino è nelle mani di chi sa ridere.

Richard Romagnoli
Ambasciatore nel Mondo dello Yoga della Risata
www.richardromagnoli.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here